Blog

Tomassini Bags

Tomassini Bags

  • Tomassini bag
  • Tomassini bag
  • Tomassini bag
  • Tomassini bag
  • Tomassini bag
  • _MG_0484
  • Borsa pelle_0031 ok
  • Borsa pelle_0170 ok 1 liv
  • _MG_0387

Nel riflettere su cosa scrivere la pancia mi porta a pensare alla mia caotica esistenza. Da Imprenditrice, penso a tutte le Donne che si dimenano nel quotidiano alla ricerca di un fashion che sia anche funzionale, penso alle persone, ai luoghi in cui vivono, e allo stile, come occasione per esprimere il nostro sapere …..decido di partire da qui.

Persone, luoghi, stile, sono la mia idea della moda, di un mood, di una tendenza… del resto le persone sono il punto da cui parto prima di impostare una collezione. Credo che gli abiti, le borse e tutti gli accessori, non siano altro che gli strumenti di cui una persona si serva per esprimere la propria personalità.          

Ma le persone non esistono, senza i luoghi in cui vivono…. Nel territorio si produce quella contaminazione fra la comunità, che trae origine dalla cultura, e dai i colori della terrra; Amo osservare i ritmi della natura per creare oggetti preziosi e piacevoli in grado di soddisfare una donna nella sua profonda essenza nel rispetto dei suoi tempi e della sua quotidianità.

Il risultato? Creazioni che esprimono uno stile unico ed esclusivo, a volte irriverenti ma al tempo stesso, sobrie ed eleganti che trovano nella manifattura artigianale italiana, il loro elemento distintivo. Ma cosa significa oggi MADE IN ITALY ? Qual’è il made in italy che vogliamo produrre e acquistare? Io sono fermamente convinta, che non si possa scegliere cosa indossare, fermandosi al riconoscimento del bello. Dobbiamo andare oltre alla creatività, a me non basta il canone estetico di Italian Style … bello deve essere anche sinonimo di ben fatto; è indispensabile poter riconoscere l’etica dello stile che sotto intende ad un prodotto.

L’etica, è cultura d’impresa, che si traduce in tutela dei diritti, di coloro i quali hanno realizzato quel prodotto. L’etica è la coscienza, con la quale chi acquista un capo appartenente alla filiera della moda, non può non interrogarsi sul luogo in cui è stato prodotto.

Animiamoci dunque di una rinnovata sensibilità che possa portare a recuperare il contatto emozionale fra la borsa, la maglia, le scarpe, che vogliamo indossare e le mani che l’hanno realizzata; Ogni oggetto che decidiamo di indossare è un dettaglio di stile, e ogni scelta d’acquisto è il gesto con cui premiamo il brand che lo ha prodotto;

Io premio le imprese artigianali, quelle che producono in modo autentico, rispettando la tradizione, la cultura e il territorio!!  Roberta Alessandri